Drago di Komodo, caratteristiche e habitat

Si può avere paura di una grossa specie di lucertola? Si, se questo animale può arrivare anche a sfiorare i 100 kg di peso e superare di molto i 2 metri di lunghezza!

Stiamo ovviamente parlando del drago di Komodo, un varano aggressivo e pericoloso, nonché predatore eccellente il quale è dotato di una forza e un morso a dir poco letale.

Il drago di Komodo è un’animale incredibile ma sfortunatamente a rischio di estinzione.

Sulle isole indonesiane vive e viene salvaguardato questa creatura che riesce a depositare fino a 20 uova in una sola covata. Scopriamo l’aspetto del drago di Komodo e successivamente l’habitat in cui vive.

Drago di Komodo: aspetto

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo il drago di Komodo è un animale di grandi dimensioni. I maschi sono esemplari che possono raggiungere quasi i 3 metri circa, ovviamente quando sono adulti. Questo lucertolone è il più grande del mondo e appartiene alla famiglia dei Varanidi. Sovrano delle isole in cui vive, non ha predatori naturali. Proprio per questo tali esemplari possono crescere tanto e arrivare addirittura ad attaccare anche l’uomo. Infatti si consiglia una debita distanza da quest’ultimi.

Nell’aspetto il drago di Komodo è simile a una lucertola (fatta eccezione per peso e lunghezza). Generalmente pesano sui 70-75 kg ma dipende dall’animale e dal sesso.

La sua lingua è biforcuta e dal colore giallo intenso. Il corpo è possente e la coda misura proprio come il busto compreso di testa.

Questo lucertolone ha moltissimi denti i quali non sono affatto da prendere alla leggera, infatti possono arrivare a poco meno di 3 cm di lunghezza. Gli esperti hanno riscontrato che questo varano dispone di una mascella con 60 denti circa.

Ricordiamo che il morso del drago di Komodo è velenoso, infatti si avvicina alla sua preda in maniera molto silenziosa e quando è ha portata sufficiente la morde. Può anche correre o per meglio dire eseguire dei brevi sprint. Gli studiosi hanno scoperto che è un animale intelligente il quale studia molto prima di attaccare la sua vittima, infatti crea delle vere e proprie imboscate!

È un animale che prevalentemente si nutre di carogne, proprio come le iene. Tuttavia è un abilissimo cacciatore, infatti è in grado di catturare animali vivi e più grandi di lui. Il suo olfatto gli permette di cacciare benissimo, a km può sentire l’odore (anche delle carcasse). Quando attacca è veloce e preciso inoltre mira in punti dove è certo di andare a fondo. La gola e l’addome sono le parti più comuni dove il drago di Komodo attacca le sue prede. Anche la coda la possono utilizzare mentre attaccano, la esercitano come potente frusta. Durante il pasto non mastica, ma ben si ingoia direttamente la carne, quest’ultima staccata con violenza dalla preda.

Fortunatamente proprio perché è una specie vivente a rischio di estinzione è nato il Parco nazionale di Komodo, in cui sono salvaguardati molti esemplari di questa specie di lucertola.